Tutti i giocattoli montessoriani e come utilizzarli

Maria Montessori è stata una pedagogista illuminata che ci ha lasciato un’incredibile eredità su come educare e allevare i nostri figli.

Secondo la Montessori, che ha vissuto all’inizio del XX secolo rivoluzionando le teorie dell’epoca, lo scopo del gioco è quello di far emergere i talenti di ogni bambino. L’apprendimento non deve essere imposto ma trasmesso attraverso giochi e attività stimolanti, che favoriscono l’autonomia, la sperimentazione e l’auto apprendimento.

Dalle teorie montessoriane sono nati una serie di giocattoli, la maggioranza in legno. E sono sempre molto felice quando qualche genitore mi scrive per realizzarne uno per i propri figli. Ecco quali sono i giochi montessoriani più famosi e utilizzati ancora oggi.

Libreria montessoriana

Sicuramente è uno dei più famosi oggetti di ideazione montessoriana. Si tratta di una particolare libreria ad altezza di bambino, con ripiani non troppo ampi e dove i libri sono esposti in modo ordinato. Ma ciò che la rende davvero unica è che i libri vengono disposti con la copertina ben visibile, a differenza di qualsiasi altra libreria.

Questo è fondamentale per i bambini che non sanno ancora legge e che quindi non riconoscerebbero i libri dal titolo ma dall’immagine in copertina.

Le caratteristiche della libreria montessoriana fanno sì che il bambino, in completa autonomia, possa scegliere, prendere e riporre i libri che desidera senza bisogno di chiedere ad un adulto.

Tavola tattile

La tavola tattile è destinata ai bambini più piccoli. Prima di Maria Montessori, già Munari aveva ideato delle tavole tattili per accompagnare il bambino alla scoperta del mondo e alla conquista della sua indipendenza.

La tavola tattile montessoriana è divisa in due o più sezioni che, anche se alla vista del bambino potrebbero apparire identiche, offrono sensazioni tattili diverse, sempre a contrasto l’una con l’altra. Avremo quindi la sezione liscia, ruvida, calda, fredda, dura, morbida e così via.

Giochi ad incastro

Gli incastri sono estremamente importanti per stimolare la creatività e abilità del bambino perché lo impegna nel tentativo di inserire le forme e i pezzi al posto giusto. 

Di solito vengono realizzati in legno perché si tratta di un materiale caldo, liscio e piacevole al tatto per i bambini. Di solito vengono realizzati con forme geometriche di diversi colori, da combinare sia per dimensione (dal più piccolo al più grande) che per forma che per colore.

Torretta montessoriana

In questo caso non parliamo propriamente di un giocattolo montessoriano ma di un oggetto in legno da inserire in casa. Si tratta di una piccola scaletta in legno dove il bambino può salire in piedi ed essere così sopraelevato da terra, ovviamente in sicurezza grazie alle protezioni laterali. In questo modo può raggiungere ripiani dove altrimenti non potrebbe arrivare e può svolgere le sue attività in modo autonomo, sentendosi sicuro.

La torretta montessoriana per esempio serve a lavarsi i denti oppure a svolgere delle attività in cucina insieme ai genitori, ma anche di raggiungere ripiani più alti per prendere quello che gli serve.

Contattami

Se vuoi realizzare uno di questi o altri giochi montessoriani in legno, contattami e parleremo insieme dei dettagli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.